Type a keyword and hit enter to start searching. Press Esc to cancel.
Salute scuola e prevenzione

UP2Peer: peer education e digitale vs rischio alcol correlato

Un progetto transfrontaliero di Peer education a scuola sulla prevenzione dei rischi legati ad un consumo di alcol

2peer_01
2peer_02

Il progetto Interreg “UP2Peer”, avviato nel territorio del Canton Ticino e della provincia Verbano-Cusio Ossola è stato promosso da una partnership composta dall’associazione Radix Svizzera italiana, la Provincia del VCO,  ASL VCO, Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano, associazione Contorno Viola, cooperativa ICS e CREMIT dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Iniziato nel marzo 2013, si è proposto di mettere in atto azioni diversificate per far fronte al problema del consumo di alcool tra la popolazione giovanile della Provincia del Verbano Cusio Ossola (VCO) e del Cantone Ticino e in particolare per contrastare la guida in stato di ebbrezza. Il progetto è stato finanziato attraverso il programma operativo di cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013.
Le attività previste nel nostro territorio hanno riguardato soprattutto la formazione dei Peer educator e i relativi interventi di sensibilizzazione verso i propri coetanei e la partecipazione allo sviluppo dell’applicazione per smartphones e tablet, Calcolapp.
Il progetto ha coinvolto gli allievi e le allieve della Scuola superiore per le professioni sanitarie e sociali (SSPSS). Dopo una fase di reclutamento di allievi ed allieve che volontariamento hanno scelto di partecipare al progetto,  sono stati formati 10 Peer educator sulle tecniche di animazione e conduzione dei gruppi e sulle tematiche del rischio correlato all’assunzione di alcol. La formazione ha toccato i seguenti temi:
• riconoscere e gestire le dinamiche relazionali nel gruppo;
• tecniche di animazione di gruppo (es. brainstroming, role play, ecc.);
• le dipendenze;
• alcol e rischi correlati;
• social network, web e prevenzione;
• preparazione degli intereventi di sensibilizzazione rivolte ai propri compagni (simulazione degli interventi, utilizzo degli strumenti di prevenzione al consumo abusivo di alcol);
Gli incontri sono stati gestiti da un’equipe mista di operatori di Radix e Contorno Viola (Verbania), mentre per quanto concerne gli aspetti web/media education è stato coinvolto il Cremit (Centro Ricerca Educazione Media Informazione Tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano. Per il tema alcol e circolazione abbiamo coinvolto un’operatrice di QI center di Ingrado.
Dopo la formazione i Peer hanno effettuato, anche con l’ausilio dell’ applicazione cALCOLapp, interventi di prevenzione sul tema alcol e circolazione in 13 classi di prima della SSPSS coinvolgendo in questo modo più di 280 ragazzi e ragazze tra i 16 e 18 anni.

Per quanto riguarda l’ambito web è stata realizzata attraverso un lavoro congiunto tra ingegneri, sviluppatori, operatori e i giovani peer l’applicazione cALCOLapp, utile apporto di sensibilizzazione sul tema alcol e rischi correlati. In occasione dell’evento residenziale “September Peer” realizzato a Lugano nell’ autunno 2014 una trentina di giovani svizzeri e italiani hanno realizzato diverse campagne di sensibilizzazione sui rischi correlati al consumo di alcol rivolte ai propri coetanei consultabili sul nostro sito.

Il progetto Interreg “UP2Peer” è stato selezionato come esempio della politica di coesione dell’Unione Europea e pertanto sarà inserito nel database comunitario che riunisce esempi di buone pratiche a livello europeo.