Type a keyword and hit enter to start searching. Press Esc to cancel.
Salute scuola e prevenzione

“Non farti fregare dal gioco”

Mostra interattiva di prevenzione al gioco d’azzardo patologico

mostra1
mostra2

La mostra è stata sviluppata nell’ambito del progetto “Peer education per la prevenzione al gioco d’azzardo” realizzato da Radix Svizzera Italiana con il sostegno del Fondo per il gioco patologico.

Il progetto, previsto sull’arco di due anni scolastici si è sviluppato in due fasi  ben distinte. Nella prima, che si è svolta durante tutto l’anno scolastico 2014-2015, sono stati creati cinque gruppi di peer educator (studenti motivati a partecipare ad un progetto di prevenzione al gioco d’azzardo rivolto ai propri coetanei) appartenenti a scuole diverse (CAM di Bellinzona, CAM di Trevano, SPAI di Locarno e Centro professionale del Verde di Mezzana). Insieme ai gruppi di peer educator sono stati realizzati strumenti interattivi (video, audio, giochi, interection design) di prevenzione e sensibilizzazione ai rischi del gioco online e del gioco d’azzardo rivolti ai propri coetanei.

Nella seconda parte del progetto (anno scolastico 2015-2016), partendo dai prodotti realizzati dai Peer educator, è stata allestita una mostra interattiva che ha l’obiettivo di informare e sensibilizzare gli allievi sui meccanismi e i rischi del gioco d’azzardo e gioco on line

La mostra prevede un percorso composto da 5 momenti:

  • Esperienza gioco ha l’obbiettivo di far sperimentare l’illusione della vincita, l’eccitamento procurato dal gioco e la perdita del controllo. Inoltre attraverso il gioco si cerca di far comprendere il funzionamento della probabilità riguardo le reali possibilità di vincere e rendere consapevoli di quanto degli inganni della mente spingono a giocare: le superstizioni; la memoria selettiva (ricordare esclusivamente le vincite); credere di aver trovato il modo giusto per vincere (un sistema, una tecnica); credere che il fatto di avere un ruolo attivo nel gioco possa determinare l’esito di una puntata (per esempio come lancio i dadi); l’illusione riguardo alla fortuna (si può controllare, é contagiosa, prima poi arriverà anche a me); l’interpretazioni di avvenimenti nel corso del gioco (ho puntato  il 3, esce il 4 ho quasi vinto). Questi pensieri “magici” hanno degli effetti sul comportamento di gioco poiché possono dare l’illusione di poter avere la meglio sul caso e quindi di poterlo controllare.
  • Video Testimonianza immedesimazione attraverso il racconto di un coetaneo nella storia di una famiglia dove c’è un problema di  gioco Far  comprendere lo sviluppo e le conseguenze di una dipendenza legata al gioco d’azzardo.
  • Video spiegazioni messaggi di sensibilizzazione trasmessi da ragazzi
  • Spazio informativo fornisce diverse informazioni sul gioco d’azzardo (origine, meccanismi, e conseguenze ) attraverso prodotti interattivi multimediali
  • Discussione Finale con operatori Radix Svizzera Italiana tesa ad una maggiore comprensione e condivisione del percorso didattico

Il percorso didattico della mostra prevede quindi una parte esperienziale, che tocca aspetti emotivi ed una parte informativa, concludendosi con una discussione finale di elaborazione dell’esperienza. Al percorso didattico della mostra è possibile la partecipazione di un gruppo classe alla volta.

 

La mostra è stata allestita presso i seguenti istituti:

  • 2015/2016 SPAI di Locarno, CPT di Trevano;
  • 2016/2017 Scuola di Commercio di Massagno, CPT di Bellinzona, CPT di Mendrisio
  • 2017  Centro professionale del verde Mezzana, CPT di Trevano
  • 2018 CPT di Bellinzona

 

Operatore di riferimento: Marco Coppola